Concorso Drammaturgico Nazionale

PREMIO "ANTONIO CONTI"

La scrittura drammaturgica è ancora considerata un genere di nicchia, riservato agli "addetti ai lavori" e, spesso, si contano più spettatori che lettori di un'opera teatrale. Gli Amici della Prosa ritengono fondamentale proteggere e dare spazio a questo genere letterario, perché è ciò che alimenta il teatro contemporaneo. Per questo motivo nasce nel 2018 il Concorso Drammaturgico Nazionale, intitolato ad Antonio Conti, storico fondatore e primo Presidente (fino al 1968) del Festival Nazionale d'Arte Drammatica. Il Concorso si ripromette di indagare e premiare opere teatrali di alto valore in lingua italiana, per dare risalto ad un settore teatrale spesso trascurato, quello della drammaturgia contemporanea italiana.

Il Concorso è aperto esclusivamente a testi teatrali, anche inediti, opera di autori residenti ovunque nel mondo, purché in lingua italiana (sono escluse opere in dialetto e in poesia). La Giuria incaricata del lavoro di lettura, selezione e premiazioni dei vincitori è composta da alcuni Lettori del Circolo di Lettura sulla Drammaturgia Italiana contemporanea, attivo da un decennio presso l’Associazione e diretto da Francesco Corlianò, che annovera Soci anche da Milano e da altre località italiane.

Agli autori dei testi giudicati come i migliori tre della selezione viene assegnato un premio. Ma non solo: gli Amici della Prosa ritengono che un testo teatrale raggiunga la sua massima espressione non soltanto quando vince un premio in denaro, ma quando si fa performance attiva e viva, offerta al critico più severo: il pubblico. Il vincitore assoluto vede infatti portare sulla scena il proprio lavoro da parte di una Centro Universitario Teatrale (CUT) selezionato dal CTU "Cesare Questa" di Urbino, che ha aderito con grande entusiasmo a questo progetto.

La risposta alla prima edizione del Concorso Drammaturgico è stata più che positiva: numerosi i testi giunti da tutte le parti di Italia (e anche dall'estero). La Giuria, che ha visto la partecipazione del Direttore Artistico del CTU di Urbino, Michele Pagliaroni, è stata presieduta dal critico teatrale Andrea Porcheddu e ha selezionato e decretato vincitori i seguenti testi/autori:

Primo classificato

IL RACCOLTO
di Giorgia Brusco

Pur nella scrittura non ancora pienamente matura, la giuria, a larga maggioranza, ha trovato elementi di grande interesse. Nel ritratto livido, aspro di una famiglia in cui prevale l’egoismo e la cattiveria dei personaggi, si respira il clima di una resa dei conti implacabile. Un testo duro, che non fa sconti nel costruire un affresco umano e sociale capace di attraversare temi di stretta attualità, come l’assistenza agli anziani, l’eutanasia e la libertà individuale firmato da una scrittura femminile di notevole sensibilità. Per questo Il raccolto è il testo vincitore del Premio di Drammaturgia “Antonio Conti” 2019.

Secondo classificato

FRITZ UND THEA, AUF WIEDERSEHEN
di Maury Incen

Nell’opera di un giovane autore, di grande potenzialità e di possibile crescita futura, la giuria ha registrato all’unanimità elementi interessanti di ricerca, con una sapiente capacità di unire microstoria e macrostoria, svelando frammenti poco conosciuti di esistenze note, nel crollo generale di un mondo. Tra cinema e teatro, prende vita un ritratto di due figure colte in un viaggio a ritroso nel tempo, che ha il gusto in bianco e nero di un vecchio, bel film.

Terzo classificato

CARAVAGGIO PERDUTO
di Giancarlo Loffarelli

Nella approfondita ricostruzione storica del personaggio qui assente, l’autore ha saputo realizzare un affresco corale che svela elementi noti e meno noti, nella vita del grande pittore. Un mosaico a più voci, che attraversa classi sociali e contesti geografici diversi, che evoca quadri e opere famose. Un racconto avvincente come la vita del Merisi.

 

 

 

I Lettori del Circolo

GIURIA DEL PRIMO CONCORSO DRAMMATURGICO "ANTONIO CONTI"

La Giuria esaminatrice è composta da alcuni soci del Circolo di Lettura sulla Drammaturgia Contemporanea di Pesaro, afferente all'associazione Amici della Prosa.

I membri della giuria sono:

 

ANDREA PORCHEDDU (Presidente)

MICHELE PAGLIARONI (CTU "Cesare Questa" Università di Urbino)

FRANCESCO CORLIANÒ (Coordinatore del Circolo di lettura degli Amici della Prosa)

ANTONELLA PAOLONI

BARBARA LORENZI

CLAUDIA RONDOLINI

GIGLIOLA GORI

GIUSEPPE ESPOSTO

IDA SOLDANI

MARZIA ALESSANDRI

PAOLA PACCAPELO

ROSA STARTARI