PNG Logo Gad 72.png

 
 
Venerdì 16 Ottobre
Ore 21
Teatro G. Rossini
 

Le mirabolanti fortune di Arlecchino e peripezie dei comici dell'Arte

 
Pino Fucito
 
Pino Fucito
 
Compagnia Gruppo Teatrale La Trappola
 
Vicenza
 
Toc Toc.jpg

Informazioni aggiuntive

  • Compagnia - Gruppo Teatrale La Trappola
  • Regia - Pino Fucito
  • Autore - Pino Fucito
  • Città - Vicenza
  • Provincia - VI
  • Categoria Spettacolo - In Concorso
  • Annualità - 2020
 
 
PERSONAGGI E INTERPRETI

Arlecchino/Fedele Boarin: Federico Boaria                                                                      
Francino/Franco Marcini: Marco Francini                               
Capitan Spaventa/Peppe Fuci: Pino Fucito
Il Magnifico/Maurizio Cera: Maurizio Cerato
Dottor Graziano/Steno Farin: Stefano Farina
Colombina/Rina Sinco: Silvia Ronco
Donna Lidia/Lidia De’ Munari: Lidia Munaro
Isabella/Lara: Ilaria Rigoni
Marchesa di Trippafratta/Magda Galvani: Maria Maddalena Galvan
Tartagliello/Pedro Matterelli: Matteo Pederbelli
Lelio/Paride Stefani: Stefano Parise
Venere/Beatrice: Patrizia Lovato

 

REGIA: Pino Fucito
Aiuto regia: Annarita Scaramella
Tecnici: Andrea Munaretto, Pietro Luciano Zordan
Scenografia:  Carolina Cubrìa, Pino Fucito
Costumi: Carolina Cubrìa

 
 

La compagnia La Trappola, già vincitrice per due anni consecutivi (nel 2000 e nel 2001) ritorna con uno spettacolo che omaggia la tradizione della Commedia dell’Arte, fenomeno culturale che ha influenzato i più grandi drammaturghi della storia del teatro mondiale. Una piazza, un palco illuminato dalle lanterne, il pubblico si riunisce attirato dalla musica e da un’ammiccante fanciulla, per ricreare fedelmente l'atmosfera giullaresca del '600.

 

Sulle tavole del palcoscenico si alternano i frizzi e i lazzi di Arlecchino e altri personaggi comici, irriverenti e sbruffoni che, appena scesi dal palco, tornano ad indossare i panni dei comici dell’arte delle famiglie Cera e Marcini. Lo spettacolo diventa vita vera, dove affiorano i diversi caratteri, tra paure e speranze delle due famiglie riunitesi in cerca di fortuna, in un interessante gioco dentro e fuori la scena.

Altro in questa categoria: « Il tavolo verde Senza Hitler »